CONOSCIAMO MEGLIO I SANITARI DI CURE PALLIATIVE - la coordinatrice infermieristica Chiara Boero

21/04/2022

 

L'intervista di questo mese è dedicata alla coordinatrice infermieristica del servizio domiciliare di Cure Palliative, Chiara Boero.

Chi è – Sposata, con due bambini, Boero ha due lauree: Pedagogia ed Infermierisica. Coordinatrice infermieristica per l'Asl di Asti da quattro anni - prima in hospice e da agosto 2021 presso il servizio domiciliare di Cure Palliative - coordina gli infermieri delle Cure Palliative in tutta l'area territoriale di Asti e provincia.

Il coordinamento territoriale di cure palliative – Boero gestisce 12 persone (11 infermiere e 1 infermiere) divisi per area: Asti centro con sei infermeri di cui due in centrale operativa e quattro sul territorio; Asti Sud con tre infermieri e Asti nord con tre infermieri. “Il mio compito è garantire la copertura del servizio infermieristico su tutto il territorio su 12 ore, dalle 8 alle 16 con la reperibilità diurna di un infermiere dalle 16 alle 20, il sabato e la domenica. Alla reperibilità tutti concorrono a turno - spiega Boero che aggiunge - Le infermiere delle unità territoriali sono fondamentali nelle cure palliative, come è essenziale il supporto alla famiglia del paziente malato. Quello che applichiamo è il modello assistenziale Primary Nurse, una presa in carico del paziente e di tutto il nucleo familiare . Quello che noi infermieri dobbiamo garantire è tanta disponibilità. Sappiamo che chiediamo molto ai familiari e dobbiamo essere pronti a dare altrettanto per andare incontro alle richieste dei pazienti in fase di fine vita che preferiscono stare a casa che essere ricoverati in strutture sanitarie. Gestire un paziente in fine vita è difficile sia dal punto di vista tecnico che emozionale: bisogna saper fornire il primo intervento sulla comparsa di sintomi difficili e formare ed affiancare il caregiver, colui che segue il malato a casa”.

Tanto trasporto e poca tecnica: un'idea sbagliata – Una mano che tiene quella del paziente: questa è l'immagine che spesso si associa ai professinisti di cure palliative. “L'idea del 'tocco' se pur importante è parziale e rischia di sminuire il nostro lavoro che è fatto soprattutto di competenze. Essere infermiere in cure palliative significa scegliere un ambito che fa crescere molto, sul piano tecnico e su quello personale ed emotivo: c'è tanta conoscenza ed esperienza sia per il riconoscimento e la gestione dei sintomi sia per saper trattare con le persone. In cure palliative, sia al domicilio che nell'hospice, si prende in considerazione la persona e non solo la malattia. Il paziente non è solo una somma di sintomi, ma è un vissuto. Lavorare in questo ambito è appagante perchè permette di avere a che fare con persone e non con malati. Si muore ovunque, in qualsiasi reparto, bisogna però sapersi approcciare alla morte nel modo corretto”.

Il lavoro in equipe – Il gruppo è fondamentale nella palliazione. Le decisioni si prendono dopo un confronto sui sintomi, sulle proposte di cure o di ricovero. L'equipe è formata dal direttore della struttura di Oncologia e Cure Palliative, dal medico (ci sono tre medici palliativisti), dalla psicologa. Ai sanitari si aggiungono anche i volontari fondamentali ad esempio per la consegna dei farmaci a domicilio. “A loro va tutto il mio ringraziamento perché danno una mano incredibile. Siamo tutti pezzi di un puzzle e tutti collaborano nel progetto assistenziale. I volontari sono un tassello importante: proprio perché non sono dei sanitari, spesso i pazienti si aprono e si confidano meglio con loro. Il racconto non solo della malattia ma anche della vita è molto importante e ascoltare la narrazione di vitadi un paziente è un priviliegio e il volontario è la figura eletta per adempiere a questo compito”. 

 

Photogallery

 

 

Torna indietro

 

 

 

 

 

Ultime notizie

3

giu

2022

CONOSCIAMO MEGLIO I SANITARI DI CURE PALLIATIVE - La coordinatrice infermieristica Delia Lavagnolo

"Nelle stanze dell'hospice si deve entrare in punta di piedi, chiedendo permesso".Questa metafora indica la necessità di stare attenti alle...

leggi tutto

21

apr

2022

CONOSCIAMO MEGLIO I SANITARI DI CURE PALLIATIVE - la coordinatrice infermieristica Chiara Boero

L'intervista di questo mese è dedicata alla coordinatrice infermieristica del servizio domiciliare di Cure Palliative, Chiara Boero. Chi...

leggi tutto

1

apr

2022

CAMMINATA AMICA - PRIMA EDIZIONE

Domenica 10 aprile 2022 si terrà la prima edizione della “Camminata Amica“. L'iniziativa è organizzata da Astro,...

leggi tutto